Perché amo scrivere

Alessandra Minello

– Ciao mamma, fai un buon viaggio e ci sentiamo domani.
– Ma come ci sentiamo domani?
Mi teneva il viso tra entrambe le mani.
– Dai, Amorino, ti chiamo appena arrivo dal nonno.
Odiavo quando mi chiamava così.
– Oh ma’, non iniziare a chiamarmi cento volte al giorno, sai?
– Ma perché mi dici così? Non ti mancherà la tua mamma?
Non c’è speranza, pensai.
– Senti Cate, fai la brava. Niente canne e niente ragazzi in casa.
– Ma mamma!!! Che dici!?
– Eh, che dico, come se non avessi mai avuto 16 anni. Comunque, i soldi sono nel solito cassetto in cucina, se ti serve qualcosa chiedi a Diana, le ho detto di passare a salutarti ogni tanto…
Che palle, mi ha lasciato la vice.
– Va bene mamma, non ti preoccupare, ora vai però, eh. Che c’ho da fare.
– Mi cacci via?
– E…

View original post 180 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...