Artigianato e Palazzo 2016: persone, creazioni, storie

Chi decide di perseguire con ostinazione la sua passione, o chi ad un certo punto della vita molla tutto per tornare indietro, in una specie di “ritorno all’origine”, assecondando la sua indole, la sua essenza, non può non meritarsi la mia ammirazione.

Di persone che hanno scelto di percorrere questa strada ne ho incontrate molte, in questi giorni di Artigianato e Palazzo. Essere tra i vincitori di blogs&crafts mi ha permesso di scoprire da vicino le loro storie. Sono felice oggi di poterle raccontare, attraverso gli scatti della mia reflex e le mie parole…Entrata

Sono rare le occasioni in cui la famiglia Corsini apre al pubblico le porte del suo giardino a Firenze. Una di queste occasioni è Artigianato e Palazzo, un evento che raccoglie cento espositori selezionati tra i migliori artigiani italiani e internazionali.

Giardino 2

Ogni anno ci sono cento espositori. Ben 35 tra quelli di quest’anno non erano mai stati presenti nelle edizioni precedenti. Eleganza e cura dei dettagli rendono Artigianato e Palazzo un evento unico. La Principessa Giorgiana Corsini si occupa personalmente, insieme a Neri Torrigiani, di scegliere gli espositori e i vincitori del concorso blogs&crafts.

Tommaso

Tommaso Pedani – Liutaio è stato il primo degli artigiani under 35 vincitori di Blogs&craft con cui ho avuto la fortuna di parlare. Tommaso studiava per diventare compositore, poi, nel giro di pochi mesi, ha deciso di cambiare. Ha capito che facendo il liutaio poteva vedere letteralmente tra le sue mani il frutto concreto della sua passione per la musica. È lui il vincitore del Premio Perseo di Banca CR Firenze – Intesa San Paolo: è stato l’espositore più votato dal pubblico.

Trsiomia 21

I ragazzi di Trisomia 21 Onlus Firenze mi hanno riservato l’accoglienza più bella. Mi sono lasciata trasportare dal loro entusiasmo nel presentarmi il loro importante progetto, circondata da uno stand coloratissimo.

Cappello di Firenze3

Ad Artigianato e Palazzo non mancano mai i sorrisi. Qui i sorrisi ricevuti nello stand de Il Consorzio “Il Cappello di Firenze”

Cappello di Firenze2 instagram

Nei giorni trascorsi a palazzo Corsini mi è tornata spesso in mente questa frase: “I dettagli fanno la perfezione, la perfezione non è un dettaglio”. (cappelli in paglia de “Il cappello di Firenze”)

Anseo Elisa

Elisa Cattani porta con sé semplicità e freschezza. Le sue creazioni si ispirano alla natura, la ricalcano, eppure risultano originali, fresche. Elisa crea solo ciò che lei stessa vorrebbe avere sempre vicino e sente un’affinità con le sue clienti. Non è difficile pensare che chi ama le sue creazioni sia come lei: delicata, gioiosa. Elisa nel 2013 ha creato Anseo, un laboratorio artistico che realizza gioielli, sculture e complementi d’arredo. È tra i vincitori di Blogs and Craft.

Anseo Elisa 3 mani

“Trovo che le forme non pensate dall’uomo siano più affascinanti”.

Noci dell’Appennino modenese: per le sue creazioni Elisa si lascia ispirare dal territorio in cui vive.

Crizu

Anna Bonino è CRIZU: crea sculture e gioielli piegando le pagine di vecchi libri di recupero destinati al macero.

crizu dettaglio

Spiando tra le creazioni di CRIZU ho trovato degli speciali orecchini. Impossibile non restarne affascinati per chi come me ama avere sempre un libro accanto.

Torelli studio 2

La parte del lavoro preferita da Luca è la progettazione. A @Turelli Studio, le vetrate sono realizzate completamente a mano, unendo tradizione ed innovazione. La filosofia di Luca è chiara: non usa mai due volte lo stesso disegno, e vuole che ogni creazione sia unica.

Luca ha vinto numerosi premi di design, ed è tra i vincitori di blogs&craft.

Giotto Scaramelli

È stato bello fermarsi ad osservare le abili mani di Giotto Scaramelli e le sue creazioni ordinate accanto al roseto. Giotto ha portato ad Artigianato e Palazzo l’antica arte dell’intreccio, proponendo cesti in vimini e materiali naturali.

Arianna_Leoni1

Le Ceramiche leoni arte nascono dal pensiero e dalle mani di Arianna. Arianna ama partire dalla terra per le sue creazioni e crede che il contatto con questo elemento sia una ricchezza. Nelle sue creazioni ci sono continui richiami alla Sardegna e al suo mare.

 arianna mani

“Non è la ceramica che ti segue, sei tu che devi seguirla” Tutto ciò che realizza Arianna Leoni è fatto a mano, dalla lavorazione della ceramica, agli smalti colorati.

Guri I zi

Guri I zi è un progetto di micro-impresa tessile femminile a nord dell’Albania. 53 donne albanesi lavorano nel laboratorio tessile e sartoriale e producono  tovaglie, tende, biancheria per la casa, cucendo a mano con ago e filo le giunture tra una lavorazione di telaio e l’altra. Dall’uso di cotone italiano e dalle abili mani di queste donne risultano prodotti  di forte impatto, colorati e resistenti.

Aurora Pettinari York 1

Aurora Pettinari-York è una ricamatrice. Inizialmente faceva la costumista e la scenografa, poi ha scoperto il ricamo, formandosi alla Royal School of Needlework. Dietro ad ogni sua creazione ci sono fino a 180 ore di lavoro: a partire dal disegno in china fino alla realizzazione.

Aurora è tra i vincitori di blogs&craft.

Thya Bijoux 2

Thya Bijoux: Lidia realizza a mano gioielli ispirati alle forme degli animali, utilizzando oggetti di recupero in polietilene e polipropilene. È un lavoro in cui ogni taglio è decisivo, non c’è possibilità di recupero. Lavora con bisturi, forbici e collanti. Ogni suo gioiello è un richiamo alla natura, alla sua preservazione, per questo si ispira agli animali selvatici.

In labo

Davide ha un laboratorio di incisioni e l’idea dei papillon in legno nasce da un regalo ad un amico. Alessandra, invece, è una designer e alla mostra ha portato le sue borse. Unendo design e incisione hanno creato le nappe in ecopelle che li hanno portati ad Artigianato e Palazzo tra i vincitori di blogs&crafts.

Inlabodesign.it e BOOM BAG Slimpack & Other

In labo_dett

Inlabodesign.it e BOOM BAG Slimpack & Other sono stati i vincitori del premio SOURCE che prevede uno stand per la partecipazione alla prossima edizione di SOURCE, un evento internazionale dedicato al design autoprodotto che si svolgerà a Firenze nel settembre 2016. Bravi!

Danieli_Forno

Ad Artigianato e Palazzo c’era spazio anche per l’ottimo cibo, ovviamente artigianale. Questi taralli mi sono stati offerti da Danieli, il Forno delle Puglie.

ricette in famiglia

Qualsiasi sia l’arte che una persona predilige, trovarsi di fronte ad un grande maestro è sempre un’emozione. Ad Artigianato e Palazzo, nell’ambito degli incontri “Ricette di famiglia” ho potuto ascoltare il maestro Gualtiero Marchesi. È stato bello sentirlo parlare dell’importanza della cucina semplice.

(foto da cellulare)

dino

Dino Capuano realizza a mano zaini e borse con materiali di altissima qualità. @Insetto amaro, il suo laboratorio, è in continua evoluzione. Dino accoglie la tradizione, ma è alla costante e perenne ricerca della novità. Per questo motivo alla pelle unisce sempre la stoffa, per poter combinare tessuti e colori.

Dino Insetto Amaro prodotto

@Insettoamaro è la fusione tra stili diversi, accostamenti insoliti che creano paradossi. Il laboratorio è nato nel 2011, quasi per caso, da una borsa in canapa rotta e dalla scoperta che Dino non solo sapeva aggiustarla, ma era anche in grado di migliorarla. Da quel momento è iniziato il suo percorso di sperimentazione.

Munarin 2

Il 1966 fu per Firenze un anno indimenticabile, l’anno della grande alluvione. 50 anni dopo Artigianato e Palazzo vuole ricordare quell’evento dando agli artigiani un tema a cui ispirarsi: l’acqua. Da questo tema nasce “1966”, opera di Eva Munarin.

Eva Munarin

Le creazioni di Eva Munarin mi hanno conquistata: Riesce ad unire tradizione e design, abbinando l’antica tecnica della Maiolica a forme innovative e mai scontate.

Mazzanti

Le domande

“Ti sei mai pentito della decisione presa, e di essere diventato un artigiano?”
“No, mai”.
Nessuno di loro mi ha mai risposto diversamente…
(Piume di Mazzanti Piume)

jahrberink porcelain 2_dettaglio

Le ceramiche di Jaqueline Harberink sono incantevoli: creazioni semplici e raffinate.

Lora Nikolova

Lora Nikolova Bijoux&Art è un’artista, oltre che un’artigiana. Dipinge e inventa gioielli, partendo da materiali semplici. Ogni sua creazione persegue l’obiettivo della leggerezza ed ogni dettaglio si collega all’altro grazie ad intrecci di reti.

Lora Nikolova_ dett
Lora è tra i vincitori di Blogs&Crafts.

“Quando vedo i materiali, che siano vetri, resine o pasta vetrosa, subito nella mia mente immagino una collana o degli orecchini”

Casa Clementina

Casa Clementina a Biella è entrata di diritto nella lista di posti che voglio visitare. A Casa Clementina si riscoprono le tecniche tessili antiche e le tinture naturali.

mani_instagram

“Ti dico un segreto: con le mani ho conquistato mia moglie”. Mai dire un segreto ad una blogger.

Incantevole Casa Clementina, a Biella: tinture naturali.

ferragamo

Il primo brevetto nella storia della moda?

La zeppa, brevettata nel 1937 da Salvatore Ferragamo. Due anni prima la Lega delle Nazioni impose all’Italia l’embargo, in seguito all’invasione dell’Etiopia. Costretto ad usare prodotti locali, Ferragamo ideò la zeppa usando i turaccioli di sughero, poi ricoperti di cuoio.

Io e gli altri blogger vincitori di Blogs&Craft abbiamo avuto il privilegio di visitare la sede della Fondazione Ferragamo ed ascoltare l’appassionante storia di Salvatore Ferragamo.

Olivia Monteforte

Olivia Monteforte ha trasformato la sua esperienza di cliente insoddisfatta in una passione ed un lavoro accurato. Olivia realizza scarpe interamente fatte a mano, con l’obiettivo di ottenere la massima comodità, quella che non riusciva ad avere con le calzature acquistate durante gli anni all’università. Durante Artigianato e Palazzo ha parlato dei suoi prodotti, ma anche della sua esperienza con il web. Olivia ha una pagina Facebook in cui racconta la sua storia e ha superato la paura che il web snaturi i contatti con chi è interessato alle sue scarpe.

Vincenzo Spanò

Costretto a letto per un incidente, Vincenzo Spanò scopre la magia di una scatola di perline… Da lì inizia la sua storia di creatore di gioielli, colorati, fantasiosi, divertenti.

per vetro instagram

“I goti de fornasa” erano originariamente i bicchieri che i maestri vetrai di Murano preparavano a fine giornata per essere usati dalle loro famiglie. Ad Artigianato e Palazzo Maracantonio Brandolini D’Adda e Alvise de Mezzo di Laguna B hanno portato una dimostrazione di soffiatura del vetro e di creazione di questi bicchieri.

Vetro

Il vetro va sempre guardato, costantemente. Si crea una tensione, vorresti toccarlo ma non puoi, ne hai paura. Quello nei confronti del fuoco e del vetro è un amore per il quale vale la pena superare la paura iniziale. Il vetro raccoglie in sé i quattro elementi: ci sono la sabbia che è la terra, il fuoco che rende possibile il processo alchemico, aria e acqua che sono strumenti di controllo.

Da una bella chiacchierata con Alvise de Mezzo. A volte vale la pena far raffreddare una pastasciutta e rimanere ad ascoltare. (Nella foto: il tavolo del maestro)

Il forcolaio mattoPiero Dri costruisce remi e forcole per le barche veneziane. Dopo la laurea in astronomia ha deciso di tornare alle origini, seguendo la sua passione per le barche e il suo carattere, adatto al lavoro di bottega. Sentiva il bisogno di tornare alle origini e la necessità di avere tra le mani dei prodotti da finalizzare.

Atelier della lana

L’Atelier della Lana è una piccola azienda artigiana di Prato che produce capi d’abbigliamento ed accessori in lana e seta fatti con la tecnica dell’infeltrimento; un processo che si ottiene attraverso l’utilizzo di lane pregiate, impastate e pressate con acqua e sapone.

Il merlo

Le borse di Kyoko Morita sono interamente cucite a mano con devozione e attenzione. Kyoko unisce linee innovative, colori brillanti e pelli di ottima qualità. IL MERLO Bags

Penko

PAOLO PENKO – Firenze, un dettaglio del banco di lavoro di un grande maestro dell’arte orafa fiorentina. Il mio percorso ad Artigianato e Palazzo non poteva che concludersi con i gioielli realizzati interamente a mano secondo le antiche tecniche dell’arte orafa fiorentina. Un esempio per tutti i giovani che hanno deciso o decideranno di fare dell’artigianato il proprio stile di vita…

Giardino

Al prossimo anno!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...